Tag

, , , , , ,

L'areopago.

Se Petra è la cattedrale del vino per antonomasia, Rocca di Frassinello, la cantina disegnata da Renzo Piano ne è l’antitesi. Dove Petra si staglia possente in un ambiente incontaminato, creando un contrasto notevolissimo, Rocca di Frassinello si inserisce nell’ambiente nel modo più indolore possibile. Per parafrasare il titolo di un film si potrebbe chiamarla La sottile linea rossa , perché al visitatore che si avvicina appare in lontananza una sottile linea rossa orizzontale che si interseca con una verticale. Assoluta minimalità dei segni. Ma c’è di più! Come dice Kipling in una sua poesia “Tra la lucidità e la follia c’è solo una sottile linea rossa”. Tra la follia di devastare un paesaggio come quello toscano e la sua conservazione, Renzo Piano ha posto la lucidità di questa stupenda linea rossa. E quando finalmente si arriva in cima alla enorme terrazza allora ci si accorge di come le strutture siano esili, disegnate dai vuoti e soprattutto dalla luce. Si, perché in questo formidabile luogo, c’è tantissima luce e tantissimo colore. Non ci sono pilastri, non ci sono macigni, solo strutture esili destinate nel tempo ad essere ricoperte dalla vite americana, così da mimetizzarsi ancor di più col paesaggio toscano. Una linea rossa immersa nel verde complementare del paesaggio toscano. Geniale!

Quando entri in questo edificio, la cosa che colpisce di più è il silenzio che in queste strutture così uniche ti proietta avanti di almeno due secoli. Qui dentro c’è il futuro. Non entriamo in una antica cattedrale, ma in un tempio futuro, retto da geometrie arcane. È il trionfo delle linee. Non ci sono curve in questo luogo, se non quelle dolci delle stradine sterrate per arrivarci. Non c’è nemmeno un altare in questa tempio pagano. La barricaia, il sancta sanctorum, dove si conserva il vino è  più simile ad un areopago che conservi le antiche leggi del vino e dove senescenti barriques imperturbabili nella loro bellezza scrutano le vicende umane di visitatori e operai dall’alto dei loro scranni. Riaccadrà come duemila anni fa l’annuncio di un di-vino straordinario e inaspettato?? A giudicare da quel che ho assaggiato siamo sulla buona strada!!….. 🙂

Il reportage completo si trova qui: http://www.flickr.com/photos/abalex/sets/72157627793973887

 

Annunci